1solo scritte_def.png

UNTOLD 
MEMORIES

Raccontare di un vento che rincorre e viene rincorso.

Comprendere come il vento sia capace di conservare una moltitudine di passati che si riversano in emozioni presenti e lasciarsi istigare dall’istinto proibito di spingersi in volo:

Voli tra mondi astratti descritti da vite tangibili.

Librarsi in volo è un’esperienza di immedesimazione che porta a divenire ciò che rincorre il vento e al tempo stesso ad essere quel vento che rincorre altri venti.  

I ricordi conservati dal vento e nuovamente vissuti volando, conducono a destinazioni di nuovi mondi astratti. Per chi vi ci vola, sarà come camminare in un racconto ed essere influenza tangibile in uno scenario astratto.  

Il vento è quindi capace di coesistere nel passato, nel presente e nel futuro, portando i ricordi passati nel presente e quelli presenti nel futuro.

 

Il vento che mi ha permesso di volare da un mondo all’altro, influenzandone gli scenari astratti con la mia tangibilità, si chiama Vento.

 

Un giorno, di un giorno di altri giorni, arrivò da me Vento e si presentò dicendo di essere portatore di ricordi. Quel giorno, mi spiegò attentamente che non portava con se dei ricordi, bensì voleva vivere assieme quei momenti per potermeli riportare in giorni futuri. 

Così, da quel giorno, tra una folata e l’altra Vento iniziò ad  accompagnarmi. 

Cominciai a capire come certe volte può succedere di essere sollevati in volo da venti che portano i ricordi di altre persone, e di poter viaggiare in quei mondi ignoti dove spesso si trovano tesori rari.

Anni fa, dopo tanto dall’arrivo di Vento, mentre ascoltavamo il rumore del volo, ad un tratto egli mi disse: “ Spero che tu, nell’essere me che rincorro possa vedere la mia immagine, concepire la mia forma, percepire il mio aspetto e che tale memoria non svanisca ma rimanga vivida in noi.”